REGISTER - REGISTRATI
Nuovi Inserimenti Messaggi privati

Forum ~ La ripresa ~ Come sapere migliore apertura del diaframma per obiettivo.

Elimina questa foto dai preferiti
kri46

Utente Attivo
Inviato:
Gio Set 30, 2010 10:07 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Buongiorno a tutti,
leggendo tutti i vari post e guardando le fotografie mi è venuta in mente una cosa:
Ogni obiettivo ha un valore di apertura di Diaframma (f) ideale?
intendo un valore in cui riesco a sfruttare a pieno l'obiettivo avendo una qualità di immagine nettamente migliore.
Naturalmente conoscendo questo valore poi andrò ad impostare iso e tempi in base a quello che voglio ottenere.
Vediamo se qualcuno sa qualcosa in più di me!

Dati di scatto:

_________________
ognuno deve vedere il mondo dalla propria prospettiva
tillamilla64

Utente Assiduo
Inviato:
Gio Set 30, 2010 11:06 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
ciao kri,
rispondendo al tuo quesito, volevo dirti che NON C'E' un'apertura di diaframma ideale in base al tipo di obiettivo, ma c'è solo in BASE ALLO SCATTO che TU vuoi comporre!!!
devi regolarlo tu (se scatti in manuale) o lo regola la reflex (se scatti in automatico)!!!
ti invio una tabella che ti semplifica un po tutto!!!

Wink


matteo

Moderatore
Inviato:
Gio Set 30, 2010 11:23 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
diciamo che il range in cui l'obietti vo lavora meglio è un range di diaframma intermedio, tra il 5,6 e l'8

questo perchè con il diaframma molto aperto da un punto di vista strettamente qualitativo avrei perdita di dettaglio e sarai soggetto all'aberrazione sferica (e non mi riferisco allo sfocato o bokeh)

con un diaframma troppo chiuso invece andrai incontro al fenomento di diffrazione

http://www.reflex.it/tecnica/DIAFRAMMA_OTTIMALE/DiaframmaOttimale.pdf

ovviamente poi condizioni e volontà devono guidare la tua scelta, un leggero calo di qualità può essere beissimo giustificato. ciao

_________________
A quanto pare, la retina funziona come una minuscola mezza luna di materia
celebrale migrata verso la periferia per consentire un accesso più diretto al mondo [cit.]
tillamilla64

Utente Assiduo
Inviato:
Gio Set 30, 2010 11:33 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
ho letto il link, matteo, ma bene o male è la stessa cosa che ho scritto io.
cioè che è valido tutto in base a quello che devi fotografare!!
anche nel tuo link, consiglia aperture "estreme" in determinati tipi di foto (vedi macro o l'esempio dell'elicottero)
l'unica cosa è che certamente c'è un equilibrio dei tre fattori (apertura di diaframma, tempi e iso) che non puòvariare singolarmente senza "adattare" gli altri due in conseguenza!
..... giusto?!?!?

Rolling Eyes

Wink
matteo

Moderatore
Inviato:
Gio Set 30, 2010 11:36 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
no, in realtà dice che se vuoi il risultato migliore dal punto di vista della qualità dell'immagine devi lavorare su diaframmi intermedi.

poi tutto è concesso e questo va bene, però se parliamo solo di riduzione delle aberrazioni ottiche allora si deve lavorare su diaframmi intorno all'8.

io avevo interpretato così almeno la domanda.
Cioè quale dal punto diaframma, dal punto di vista fisico, frnisce la miglior qualità dell'immagine.

Wink Wink Wink

poi per il resto...
ci si arrangia Wink Very Happy

ciao

_________________
A quanto pare, la retina funziona come una minuscola mezza luna di materia
celebrale migrata verso la periferia per consentire un accesso più diretto al mondo [cit.]
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Gio Set 30, 2010 1:41 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Ogni obiettivo ha certamente diaframmi ottimali ai quali esprime il meglio di se... ma bisogna prima mettersi d'accordo su quali sono questi parametri su cui misurare la performance dell'obiettivo.

Se acquisti Tutti Fotografi vedrai ogni mese il test di un paio di obiettivi; ci sono numerosi grafici che analizzano il comportamento degli obiettivi oggetto del test. Un grafico mostra l'andamento della nitidezza e della risoluzione in funzione del diaframma utilizzato. Se intendi adottare questo parametro ha perfettamente ragione Matteo, i diaframmi intermedi sono quasi sempre quelli in cui ogni obiettivo da il meglio di se.

Esistono diagrammi che analizzano la distorzione, la vignettatura... tabelle che attribuiscono dei voti alla qualità dello sfuocato (in questo caso direi che si tratta prevalentemente di parametri soggettivi e non oggettivi).

Ciascuna lente ha una storia a se che, spesso, contraddice i risultati dei test. Il 18-55 entry level di Nikon (fornito in kit a meno di 100€) raggiunge, secondo i test MTF proposti dalle riviste, risultati molto simili se non migliori a quelli del costosissimo Nikon 17-55 f2.8 (che cosa olttre 1600€). Chi ha ragione? I test MTF delle riviste oppure le foto reali scattate in situazioni reali?

Difficile rispondere alla tua domanda... Rolling Eyes

_________________
kri46

Utente Attivo
Inviato:
Ven Ott 01, 2010 8:46 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
diciamo che matteo a risposto perfettamente alla mia domanda!
Sicuramente in alcuni casi andremo ad usare diaframmi più aperti del 5.6 ma se la luce lo permette e se il soggetto in questione non è troppo veloce credo che sia una buona cosa lavorare tra 5.6 e 8.
io l'ho interpretato così!sbaglio?

_________________
ognuno deve vedere il mondo dalla propria prospettiva
Pandaproject

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Ott 01, 2010 9:04 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
kri46 ha scritto:
diciamo che matteo a risposto perfettamente alla mia domanda!
Sicuramente in alcuni casi andremo ad usare diaframmi più aperti del 5.6 ma se la luce lo permette e se il soggetto in questione non è troppo veloce credo che sia una buona cosa lavorare tra 5.6 e 8.
io l'ho interpretato così!sbaglio?

Però!
Cosa sarà meglio?
Aumentare gli ISO e quindi (di poco) il rumore o il leggero difetto che provoca l'apertura.
Se con l'apertura o chiusura del diaframma non noti visivamente di persona delle negatività, perchè aumentare gli iso e notare certamente specialmente nelle parti scure un aumento anche se minimo del rumore?

_________________
ALBUM: http://danilo-gardino.magix.net - www.pandaproject.biz

matteo

Moderatore
Inviato:
Ven Ott 01, 2010 9:07 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Citazione:
Però!
Cosa sarà meglio?
Aumentare gli ISO e quindi (di poco) il rumore o il leggero difetto che provoca l'apertura.
Se con l'apertura o chiusura del diaframma non noti visivamente di persona delle negatività, perchè aumentare gli iso e notare certamente specialmente nelle parti scure un aumento anche se minimo del rumore?


pienamente concorde con te panda, il mio discorso era diverso, perchè così avevo interpretato la domanda:

cioè, in condizioni ideali di luce e scena, qaul'è il diaframma che massimizza le prestazioni dell'obiettivo, cioè andandop a pensare che hai luce a sufficenza per non aumentare gli iso pur lavorando ad f8

cioè una domanda sull'ottica pura, senza valutare le condizioni al contorno.
ciao Wink

_________________
A quanto pare, la retina funziona come una minuscola mezza luna di materia
celebrale migrata verso la periferia per consentire un accesso più diretto al mondo [cit.]
kri46

Utente Attivo
Inviato:
Ven Ott 01, 2010 9:56 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Matteo è quello che sto dicendo io!
in condizioni ideali che devi impostare un tempo di 1/2000 con diaframma 5.6 ed iso 100 conviene portare il diaframma a 8 per avere la qualità massima senza preoccuparsi del tempo!

_________________
ognuno deve vedere il mondo dalla propria prospettiva
tango

Utente Attivo
Inviato:
Ven Ott 01, 2010 9:49 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
per come la vedo io la risposta che mi pare più corretta è quella di photoflavio,
la domanda non chiedeva una regola generale per stabilire in linea di massima quale sia l'apertura più adatta per un generico obiettivo, ma se per ogni obbiettivo esiste una apertura alla quale rende meglio.
considerando che generalmente un parametro al quale si da molta importanza in una lente è la nitidezza- non solo certo- si può rispondere che certamente ogni lente ha un valore di diaframma ideale, che non è necessariamente f8 rispetto a f5,6.
cioè non è automatico ne certo che chiudendo il diaframma di uno stop nei valori intermedi la qualità migliori.
questo ovviamente secondo test di laboratorio, ma non potendo provare tutte le lenti che vorremo dovremmo pur fare riferimento a qualcosa.
saluti
kri46

Utente Attivo
Inviato:
Mer Ott 06, 2010 2:00 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Parlando con Dany79 conferma che ogni obiettivo ha un range in cui da il meglio di se!

_________________
ognuno deve vedere il mondo dalla propria prospettiva
Dany79

Utente Assiduo
Inviato:
Mer Ott 20, 2010 6:54 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
mi intrufolo in questa discussione per dire la mia Very Happy l'argomento e' certamente molto complesso e articolato...e secondo me tutte le persone intervenute han parlato bene...cmq secondo me ogni obbiettivo ha in teoria la sua "Zona Aurea"dove da' il meglio di se'...dopo essermi documentato spesso vanno dalle focali 8 alle f/10 oppure come dice Matteo anche partendo da f/5,6...certo il tutto va' associato alle condizioni di scatto!!!indubbiamente se ho un cavalletto io personalmente quando scatto con il 10/20 sigma utilizzo focali intermedie come 10 a volte 14 sempre iso 100 per gli scatti paesaggistici,i test MTF li leggo e a volte sorpendono come dice Flavio ma alla fine e' la prova sul campo quella che conta!!! Wink io ho imparato provando e riprovando!!!
peppus84

Collaboratore
Inviato:
Mer Ott 20, 2010 7:36 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Dany79 ha scritto:
mi intrufolo in questa discussione per dire la mia Very Happy l'argomento e' certamente molto complesso e articolato...e secondo me tutte le persone intervenute han parlato bene...cmq secondo me ogni obbiettivo ha in teoria la sua "Zona Aurea"dove da' il meglio di se'...dopo essermi documentato spesso vanno dalle focali 8 alle f/10 oppure come dice Matteo anche partendo da f/5,6...certo il tutto va' associato alle condizioni di scatto!!!indubbiamente se ho un cavalletto io personalmente quando scatto con il 10/20 sigma utilizzo focali intermedie come 10 a volte 14 sempre iso 100 per gli scatti paesaggistici,i test MTF li leggo e a volte sorpendono come dice Flavio ma alla fine e' la prova sul campo quella che conta!!! Wink io ho imparato provando e riprovando!!!


posso confermare quello che dice daniele...
dico solo che la famosa ZONA AUREA o ZONA DOLCE dell obbiettivo,sapevo fosse tra 8 e 13 ...
provato personalmene da me,dico con CERTEZZA che l obbiettivo da la definizione migliore a queste aperture... test effettuato ad iso 100 e sul cavalleto con specchio sollevato e telecomando per evitare mossi...
foto scattate sempre ad una apertura focale di 50 mm e visualizzate singolarmente zoomando sempre nello stesso range di coordinate!!! Smile

_________________
Arrivi ad un punto in cui lo spirito di osservazione supera le aspettative di qualsiasi sensore digitale.

www.photopeppus.jimdo.com

_____________________________
ericadebandi

Utente Assiduo
Inviato:
Lun Gen 07, 2013 8:42 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
photoflavio ha scritto:
Ogni obiettivo ha certamente diaframmi ottimali ai quali esprime il meglio di se... ma bisogna prima mettersi d'accordo su quali sono questi parametri su cui misurare la performance dell'obiettivo.

Se acquisti Tutti Fotografi vedrai ogni mese il test di un paio di obiettivi; ci sono numerosi grafici che analizzano il comportamento degli obiettivi oggetto del test. Un grafico mostra l'andamento della nitidezza e della risoluzione in funzione del diaframma utilizzato. Se intendi adottare questo parametro ha perfettamente ragione Matteo, i diaframmi intermedi sono quasi sempre quelli in cui ogni obiettivo da il meglio di se.

Esistono diagrammi che analizzano la distorzione, la vignettatura... tabelle che attribuiscono dei voti alla qualità dello sfuocato (in questo caso direi che si tratta prevalentemente di parametri soggettivi e non oggettivi).

Ciascuna lente ha una storia a se che, spesso, contraddice i risultati dei test. Il 18-55 entry level di Nikon (fornito in kit a meno di 100€) raggiunge, secondo i test MTF proposti dalle riviste, risultati molto simili se non migliori a quelli del costosissimo Nikon 17-55 f2.8 (che cosa olttre 1600€). Chi ha ragione? I test MTF delle riviste oppure le foto reali scattate in situazioni reali?

Difficile rispondere alla tua domanda... Rolling Eyes


da me non si trova la rivista Tutti Fotografi, ci si può abbonare on line?
sandrino

Utente Assiduo
Inviato:
Lun Gen 07, 2013 8:54 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Anche io confermo che più o meno per tutti gli obbiettivi i range intermedi di apertura sono i migliori, in questo modo si va ad utilizzare la parte più centrale della lente.
Una cosa da non trascurare è che non si può fissare un f a cui l'ottica lavora bene e scattare con quell'f fisso a prescindere.
Se lo scopo è quello di ottenere la maggiore nitidezza OK ma va considerato che chiudendo il diaframma si ha una maggiore profondità di campo e si limitano gli errori di MAF, mentre aprendolo la PDC diminuisce ed anche la precisione della messa a fuoco, quindi con un f/2 su un soggetto a 5 o 6 metri possiamo già a avere dei piccoli problemi di messa a fuoco.

_________________
La sabbia è oro, per chi non sa'....
www.alessandroinches.com
also on https://www.facebook.com/Sandrinophoto?fref=ts
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Lun Gen 07, 2013 11:26 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
ericadebandi ha scritto:
da me non si trova la rivista Tutti Fotografi, ci si può abbonare on line?

Il fatto che da te non arrivi potrebbe essere una fortuna Laughing

Battute a parte, il panorama dell'editoria in campo fotografico in Italia è davvero deludente. Tutti fotografi è tutto sommato fra le meno peggio; riporto qui le parole che scrissi a proposito anni fa e che ritengo tutt'ora valide:

Tutti Fotografi, avvertenze per l'uso: prima ancora di passare dalla cassa, davanti all'attonito edicolante, aprire il giornale a metà e staccare le 60 paginette di sottile carta rosa. Tranquillizzare l'edicolante sul fatto che pagherete la rivista per intero, anche le pagine appena gettate nel cestino. Mi sono accorto della inutilità di questo scomodo ed ingombrante inserto quando, anni fa, stavo facendo spazio nella libreria. L'eliminazione delle sole pagine rosa mi ha permesso il recupero di oltre un metro nello scaffale di Tutti Fotografi. A parte questo trovo interessanti i contenuti, a livello di PC Photo (stesso papà...). test e confronti piuttosto esaustivi, di norma un bel foto reportage e qualche spunto interessante nella "scuola di fotografia".

Trovi qui il link per l'abbonamento:

http://www.fotografia.it/articolo_abbonamento.aspx

Verifico se nel mio archivio dovessi averne una copia scannerizzata in PDF, per darti un'idea prima dell'acquisto. Ti faccio sapere.

Ciao,
Flavio

_________________

Mostra prima i messaggi di:  

Pagina 1 di 1
Home delmutolo.com Profilo Preferiti Chi è on line Nuovi Inserimenti Log in Messaggi privati

Record utenti in linea 442 in data Ven Mag 13, 2011 6:29 pm Gruppi
forum fotografia photoshop