REGISTER - REGISTRATI
Nuovi Inserimenti Messaggi privati

Forum ~ RECENSIONI E PROVE ~ Recensione Sigma AF 50mm f-2.8 EX DG MACRO

Aggiungi questa foto ai preferiti
agtpunk

Utente Assiduo
Inviato:
Gio Dic 29, 2011 1:26 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
tratto dal mio piccolo blog

http://mondocanon.blogspot.com/2011/12/rec...-f28-ex-dg.html

Il SIGMA 50/2,8 EX DG MACRO è uno dei più interessanti obbiettivi
macrofotografici presenti attualmente sul mercato per le fascie di prezzo medio-basse dedicate a questo genere fotografico.
Questa lente oltre al prezzo interessante si fa notare anche per il rapporto Macro 1:1 che l'originale 50mm EF F2.5 di Canon non raggiunge facendo diventare il Sigma la mia prima scelta in fatto di 50mm Macro.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Gruppi/ elementi 9 / 10
Angolo di visuale 46.8
Numero lamelle diaframma 7
Min/max aperutra f/2.8-45
Distanza messa a fuoco minima 7.4in.
Dimensione filtri 55mm
Peso (320g)
Dimensioni (Diameter x Length) 2.8 x 2.5in. (71.5 x 64mm)
Macro Ratio 0.189m


COSTRUZIONE
iL 50mm Sigma si può vantare del marchio EX ovvero la fascia qualitativa di casa Sigma dedicata al mercato professionale che se pur non equiparabile per materiali e accorgimenti ad un serie L di canon risulta di ottima fattura: L'obbiettivo è costruito interamente in metallo (attacco compreso) con un barilotto molto solido, rifiniture di notevole qualità e con la ghiera di messa a fuoco molto comoda e ben frizionata nonostante le dimensioni e il peso piuttosto contenuti di questo obbiettivo. Il macro di Sigma pesa infatti solo 320g che lo rendono, oltre che un obbiettivo da macrofotografia, anche un ottima lente Walk around da portarsi sempre in giro per cimentarsi in fotografia street o ritrattistica senza appesantirci eccessivamente.
Questa lente oltre al marchio EX si fregia anche della denominazione DG ovvero obbiettivi destinati al pieno formato (equivalente all' EF di Canon per intendersi). Cio' non significa che è inutilizzabile montato sopra i sensori delle vostre macchine digitali a formato ridotto ma soltanto che la focale naturale di 50mm deve essere moltiplicata di 1.6x ottenendo dunque un 80mm circa.
L'obbiettivo è costruito con 9 elementi in 10 gruppi e con un diaframma a 7 lamelle e si distingue, oltre per la contenuta distanza di MAF di 0.189m, per il rapporto di ingrandimento macro 1:1.

MESSA A FUOCO
La messa a fuoco del Sigma non risulta particolarmente veloce ma se non altro è precisa. L'obbiettivo pur non dimostrandosi particolarmente reattivo e in grado di comportarsi generalmente bene e agganciare il soggetto in tutte le situazioni di luce ambientale accettabile pur avendo delle leggere difficoltà nelle situazioni di controluce e una messa a fuoco che si dimostra relativamente rumorosa.
Se tutto il resto può essere accettabile come compromesso per la fascia di prezzo potrebbe non esserlo invece l'eccessiva estensione dell'obbiettivo in fase di messa a fuoco. Di per se non è un problema esagerato dato che è tipico alle funzionalità di quasi tutte le lenti macro , ma in questo caso lo segnalo solo per la natura di estrema compattezza dell'ottica. Magari alcuni potrebbero non gradire il fatto che ,in alcune situazioni di focheggiatura, arriva ad estendersi per oltre 1/3 delle dimensioni originali del barilotto.
Molto gradita invece la presenza di un selettore per la limitazione della messa a fuoco che, una volta attivato, limita la vocazione macro della lente permettendo di orientarci anche su altri generi fotografici.

NITIDEZZA E BOKEH

Il 50mm 2.8 di Sigma è una lente già molto buona a F2.8 che è sicuramente uno dei pregi principali della lente. Probabilmente non lo userete a questi diaframmi molto spesso nella funzione macro (data la profondità di campo veramente ridottissima nel genere) ma tale capacità nel riprodurre una buona nitidezza già a TA lo rende ottimo anche per alcune applicazioni in ambiti ritrattisti e di close up. Da F4 fino a f22 sfoggia (perdendo un pochetto ai diaframmi di chiusura estrema) dei picchi di eccellenza per la fascia di prezzo che lo rendono sicuramente un obbiettivo da promuovere in questo campo.
Il diaframma a 7 lamelle fa la sua discreta figura e soprattutto nelle macro il passaggio da fuori fuoco a soggetto focheggiato e graduale e dal gusto estetico veramente piacevole. In tutti gli altri generi fotografici, dalla ritrattistica alla foto di oggetti o street, si comporta empre in maniera egregia restituendo dei fuori fuoco sempre
piuttosto omogenei e convincenti.


ABERRAZIONI CROMATICHE, DISTORSIONI E VIGNETTATURA
L'effetto distorsione è contenutissimo se si usa su macchine fullframe e visibile leggermente fino al diaframma F4 nel quale è appena percettibile. Su sensori ridotti aps-c invece la resa è ottima con distorsione quasi del tutto inesistente già a f2.8.
Per quanto riguarda la vignettatura anch'essa è presente su fullframe ma solo se la messa a fuoco è impostata su infinito e i diaframmi sono molto aperti. In modalità macro tale effetto è del tutto assente o poco percettibile su full frame e praticamente assente per tutti i diaframmi su sensore ridotto.
Per quanto riguarda aberrazioni cromatiche et simili credo non ci sia nulla di particolare da segnalare, l'obbiettivo è in grado di restituire immagini discretamente contrastate e con colori piuttosto fedeli.

CONCLUSIONI

Il Macro Sigma è un obbiettivo dal notevole potenziale. Oltre a garantire rilevanti prestazioni in ambito macrofotografico la sua focale e la sua compattezza lo rendono una lente standart piuttosto versatile in molti altri ambiti fotografici. D'altro canto i suoi 50mm se da un lato sono un vantaggio da un altro ci tagliano quasi completamente fuori dalla macrofotografia di insetti dato che questo genere fotografico necessita di avvicinarsi in maniera molto significativa al soggetto rischiando di far fuggire il nostro "modello".
Detto questo il 50mm EX F2.8 Macro Sigma rimane sicuramente la mia prima scelta nell'ambito dei 50mm Macro; da preferire, nel caso fosse indecisi sull'acquisto, al 50mm F2.5 EF Canon dato che quest'ultimo non raggiunge il rapporto 1:1 che invece il Sigma supporta in pieno.
Nel caso invece La fotografia degli insetti sia nel vostro DNA questo obbiettivo, così come il 50mm Canon, è da scartare sicuramente a favore di lenti macro dai 100mm in su.


pro
- costruito bene
- rapporto 1:1
- prezzo interessante
- qualitativamente valido e già puttosto nitido anche a F2.8
- permette la notevole chiusura del diaframma fino a F45 ( Solo nei modelli Nikon e Canon)


contro
- inadatto ad alcuni generi macrofotografici
- alcuni non gradiranno la notevole estensione oltre il barilotto in fase di MAF (comunque è caratteristica questa tipica per la maggior parte degli obbiettivi macro)
- non ha un autofocus particolarmente performante


Dati di scatto:
Software di Post Prod.: Picasa

_________________
http://www.flickr.com/photos/agtpunk

http://mondocanon.blogspot.com
agtpunk

Utente Assiduo
Inviato:
Gio Dic 29, 2011 1:27 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
f3.2 con crop 100%

_________________
http://www.flickr.com/photos/agtpunk

http://mondocanon.blogspot.com

Mostra prima i messaggi di:  

Pagina 1 di 1
Home delmutolo.com Profilo Preferiti Chi è on line Nuovi Inserimenti Log in Messaggi privati

Record utenti in linea 442 in data Ven Mag 13, 2011 6:29 pm Gruppi
forum fotografia photoshop