REGISTER - REGISTRATI
Nuovi Inserimenti Messaggi privati

Forum ~ Le Grandi Foto ~ -Dalì Atomicus- Philippe Halsman

Elimina questa foto dai preferiti
winston

Collaboratore
Inviato:
Mar Mar 05, 2013 4:39 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando

Dati di scatto:


Questo è sicuramente uno scatto che può essere annoverato tra le grandi foto.
Salvador Dali credo che non abbia bisogno di presentazione e soprattutto non è questo il posto , mentre per Philippe Halsman mi piacerebbe darvi alcune note biografiche.

Philippe Halsman nasce a Riga (Lettonia) nel 1906 e muore a New York nel 1979, prima di occuparsi di fotografia studia elettrotecnica a Dresda, per poi trasferirsi nel 1931 a Parigi dove apre uno studio fotografico e si specializza in ritratti e moda.
Nel 1940 è costretto a trasferirsi negli Stati Uniti poiché di origine ebraica, dove lavora freelance per Life e dove conoscerà Salvador Dali col quale collaborerà assiduamente per svariati anni.
Sono i ritratti che gli permetteranno di essere considerato un grande maestro, tra quelli realizzati si può ricordare Albert Einstein, Marylin Monroe, John Fitzgerald Kennedy, Alfred Hitchcock e Salvador Dali dal quale è catturato per la sua follia surrealista.
Halsman inventò la tecnica del “jumping style” ovvero l’arte di ritrarre una persona mentre sta saltando e pubblica nel 1959 “Salti famosi” per l’appunto fotografie di personaggi noti intenti in un salto davanti alla fotocamera.

Dalì Atomicus 1948

L’idea della foto viene dal quadro che si vede nell’immagine sul lato destro, “Leda atomica”, e dall’affermazione di un fisico del tempo, “la materia pende da un costante stato di sospensione” e questa diventa la chiave di lettura dello scatto.
La bellezza di questa immagine, per me, al di la del concetto è “l’artigianalità” con la quale è stata eseguita, non è un fotomontaggio è reale, per realizzarlo sono servite sei ore di lavoro nelle quali sono stati fatti 28 scatti, quindi per 28 volte Dali ha dovuto saltare e gli assistenti gettare secchiate d’acqua e gatti per la stanza per raggiungere la composizione ed esposizione che Halsman aveva in mente.
In rete si possono trovare anche le foto di “prova”, in una di queste si può notare la mano di un’assistente che tiene la sedia sollevata e di un altro che tira le secchiate d’acqua, si può quindi capire come è stata realizzata.

Per chiudere vorrei porvi una mia riflessione riguardo questa foto, oggi con Photoshop (sottinteso che devi essere un mago di Photoshop) si potrebbe ricreare tranquillamente,stando seduti davanti al pc, ora io mi chiedo, sarebbe più divertente stare seduti 6 ore al pc o alzarsi in piedi e cominciare a buttare acqua e gatti in giro per tutta la stanza?
Io personalmente sceglierei la seconda, magari, con il rischio di essere bagnato fradicio e di avere in giro qualche gatto incazzato ma con la soddisfazione finito tutto di sedersi intorno ad un tavolo a bere una birra con tutti gli altri e vedere cosa è saltato fuori, credo che fotografia soprattutto per noi amatori sia divertimento e se poi le foto faranno cagare o qualcuno le criticherà chi se ne frega saranno sempre state 6 ore piacevoli e spensierate.

Spero possa interessare

_________________


Non bisognerebbe mai dimenticare che tra il dire e il fare c'è di mezzo "e il"

.
fusion

Utente Assiduo
Inviato:
Mar Mar 05, 2013 5:34 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
winston ha scritto:


Per chiudere vorrei porvi una mia riflessione riguardo questa foto, oggi con Photoshop (sottinteso che devi essere un mago di Photoshop) si potrebbe ricreare tranquillamente,stando seduti davanti al pc, ora io mi chiedo, sarebbe più divertente stare seduti 6 ore al pc o alzarsi in piedi e cominciare a buttare acqua e gatti in giro per tutta la stanza?
Io personalmente sceglierei la seconda, magari, con il rischio di essere bagnato fradicio e di avere in giro qualche gatto incazzato ma con la soddisfazione finito tutto di sedersi intorno ad un tavolo a bere una birra con tutti gli altri e vedere cosa è saltato fuori, credo che fotografia soprattutto per noi amatori sia divertimento e se poi le foto faranno cagare o qualcuno le criticherà chi se ne frega saranno sempre state 6 ore piacevoli e spensierate.

Spero possa interessare


Winston sei un Mito,grazie x questa tua segnalazione,ovviamente non conoscevo il fotografo,ma sapere come ha costruito l'immagine è pazzesco.
Ti quoto in pieno per il tuo pensiero finale.E'esattamente il motivo per il quale mi piace fotografare,perchè mi diverto,se poi fanno cagare pace e bene
ciao giuseppe

_________________
la fotografia è un'arte,forse,ma sopratutto è sentimento
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Mar Mar 05, 2013 7:02 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Ciao Winston

Il primo ringraziamento è per aver contribuito a questa sezione che ritengo importantissima per ogni appassionato di fotografia ed in particolare per coloro che, agli inizi del proprio percorso fotografico, hanno bisogno di leggere storie eccellenti capaci di fornire la motivazione giusta per imparare e migliorarsi.

Il secondo ringraziamento per aver raccontato la storia di questa foto; l'ho vista decine di volte ma non avevo mai approfondito la sua genesi. Davvero nteressante. Verissimo, oggi con Photoshop si fanno magie e molti sceglierebbero questa strada.

Io in realtà non ne faccio larghissimo uso, il minimo sindacale per ripulire qualche mio scatto e per la fase di sviluppo. Però non c'è dubbio, realizzare una foto di questo tipo lavorando "dal vero" e non al PC deve essere una grandissima soddisfazione.

Ciao Very Happy
Flavio

_________________
Inka

Moderatore di sezione
Inviato:
Mar Mar 05, 2013 8:10 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
winston ha scritto:

Dalì Atomicus 1948

L’idea della foto viene dal quadro che si vede nell’immagine sul lato destro, “Leda atomica”, e dall’affermazione di un fisico del tempo, “la materia pende da un costante stato di sospensione” e questa diventa la chiave di lettura dello scatto.
La bellezza di questa immagine, per me, al di la del concetto è “l’artigianalità” con la quale è stata eseguita, non è un fotomontaggio è reale, per realizzarlo sono servite sei ore di lavoro nelle quali sono stati fatti 28 scatti, quindi per 28 volte Dali ha dovuto saltare e gli assistenti gettare secchiate d’acqua e gatti per la stanza per raggiungere la composizione ed esposizione che Halsman aveva in mente.
In rete si possono trovare anche le foto di “prova”, in una di queste si può notare la mano di un’assistente che tiene la sedia sollevata e di un altro che tira le secchiate d’acqua, si può quindi capire come è stata realizzata.

Per chiudere vorrei porvi una mia riflessione riguardo questa foto, oggi con Photoshop (sottinteso che devi essere un mago di Photoshop) si potrebbe ricreare tranquillamente,stando seduti davanti al pc, ora io mi chiedo, sarebbe più divertente stare seduti 6 ore al pc o alzarsi in piedi e cominciare a buttare acqua e gatti in giro per tutta la stanza?
Io personalmente sceglierei la seconda, magari, con il rischio di essere bagnato fradicio e di avere in giro qualche gatto incazzato ma con la soddisfazione finito tutto di sedersi intorno ad un tavolo a bere una birra con tutti gli altri e vedere cosa è saltato fuori, credo che fotografia soprattutto per noi amatori sia divertimento e se poi le foto faranno cagare o qualcuno le criticherà chi se ne frega saranno sempre state 6 ore piacevoli e spensierate.

Spero possa interessare


Ciao Winston,
Tu non hai l'idea di quanto mi hai incuriosito con questa fotografia e la storia della sua realizzazione Razz
Adesso andrò alla ricerca di altre sue fotografie per capire bene di che tipo si tratta.
Questa immagine ha un enorme forza nell' esprimere il concetto della sospensione. Insomma per realizzare una scena del genere ci vuole una bella fantasia.
Grazie mille per averci raccontato la breve storia di questo fotografo e di una delle sue opere.

Anch'io sono convinta che neanche la migliore elaborazione fatta con il photoshop riesca dare la stessa soddisfazione


Wink

_________________
Inka Smile



"Perchè la vita è un brivido che vola via.."
Inka

Moderatore di sezione
Inviato:
Mer Mar 06, 2013 10:10 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Mi permetto di aggiungere altre foto "saltarelle" di questo artista...mi piace troppo...Grazie Winston...mi hai fatto scoprire l'America! Wink

Dati di scatto:

Dati di scatto:

_________________
Inka Smile



"Perchè la vita è un brivido che vola via.."
raoul70

Utente Assiduo
Inviato:
Mer Mar 06, 2013 1:28 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
e' un caso oppure ............. propio ieri sera martedi 5 marzo freguentendo un cosro di fotografia con la master Marianna Santoni a foligno ci ha fatto conoscere questo fotografo e non solo spiegandoci la costruzione di questo scatto Shocked

vi pongo altri due nomi che mi hanno affascinato alla grande poi ne parleremo .......... sally mann e l'ultimo lavoro di richard adevon,impressionanti Wink

_________________
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Mer Mar 06, 2013 1:46 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
raoul70 ha scritto:
[...] richard adevon,impressionanti

Luca, e parli con me di Avedon sfondi una porta aperta. E' probabilmente il mio fotografo preferito in assoluto quando si parla di ritratto e moda ed ho due suoi libri nella lista degli acquisti (un po' carucci... un'ottantina di euro l'uno, purtroppo). Ho in preparazione un topic su di lui, quando sarò pronto tornerò a bussare alla tua porta Wink

Grazie anche ad Inka per le testimonianze fotografiche che ha inserito qui.

_________________
Inka

Moderatore di sezione
Inviato:
Mar Mar 12, 2013 12:58 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
http://youtu.be/2GKSD99noYI
Bello, allegro questo montaggio con le foto di Halsman Very Happy
Buona giornata tutti Wink

_________________
Inka Smile



"Perchè la vita è un brivido che vola via.."
winston

Collaboratore
Inviato:
Mar Mar 12, 2013 6:03 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Contento che a qualcuno sia interessata questa piccola storia, grazie inka per aver integrato con qualche altro scatto e un bel video Very Happy

_________________


Non bisognerebbe mai dimenticare che tra il dire e il fare c'è di mezzo "e il"

.

Mostra prima i messaggi di:  

Pagina 1 di 1
Home delmutolo.com Profilo Preferiti Chi è on line Nuovi Inserimenti Log in Messaggi privati

Record utenti in linea 442 in data Ven Mag 13, 2011 6:29 pm Gruppi
forum fotografia photoshop