REGISTER - REGISTRATI
Nuovi Inserimenti Messaggi privati

Forum ~ Le Grandi Foto ~ "D-Day" -Robert Capa-

Aggiungi questa foto ai preferiti
winston

Collaboratore
Inviato:
Gio Nov 28, 2013 3:15 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando


Il 6 giugno 1944 ha segnato l’inizio dell’invasione dell’Europa da parte degli alleati per contrastare le forze tedesche, questo giorno viene ricordato come D-Day.
Robert Capa si trovava fra i soldati che sbarcarono sulla spiaggia di Omaha, uno dei più caotici. Il mare in burrasca aveva sommerso quasi tutti i mezzi anfibi e molte navi vennero spostate dal vento e dalla corrente, separando i soldati dagli ufficiali. Molti uomini ritenevano fosse un suicidio attraversare la spiaggia scoperta e ben presto si ritrovarono immobilizzati senza una guida a comandarli.
Le registrazioni ufficiali affermano che «..nel giro di dieci minuti dall'abbassamento delle rampe, la compagnia avanzata era divenuta inerte, senza guida e praticamente incapace di agire. Ogni ufficiale e sergente era stato ucciso o ferito ... divenne una lotta per la sopravvivenza e il soccorso.»
Capa riuscì comunque ad arrivare sulla terra ferma e dietro un piccolo riparo iniziò a fotografare per circa un’ora e mezza, per un totale di quattro rullini da 35mm.
Capa più tardi salì su un’imbarcazione che si dirigeva al largo dove operavano dei medici e arrivato a Weymouth consegnò il materiale ad un corriere e si diresse verso la Francia.
La stessa sera le pellicole arrivarono negli uffici di Life a Londra e l’allora direttore John Morris ordinò al fotografo Hans Wild e al suo assistente di laboratorio Tennis Banks di stamparle il prima possibile.
Qualche minuto più tardi Banks irruppe nell’ufficio di Morris in preda al panico, dicendo che per la fretta i negativi erano stati asciugati ad una temperatura troppo elevata che aveva sciolto l’emulsine della pellicola.
Tre rullini andarono completamente perduti, mentre sul quarto qualcosa era ancora visibile.
Si salvarono dieci immagini, ma anche la loro emulsione aveva subito danni, era scivolata leggermente sulla superficie della pellicola ed infatti in basso al fotogramma si possono vedere i fori di trascinamento.



Questo errore però ha conferito a queste immagini ancora più dinamicità ed accentuato la loro drammaticità.
Quando queste fotografie vennero pubblicate su Life riuscirono a sconvolgere l’opinione pubblica americana ed ancora oggi vengono considerate tra le più forti e importanti immagini di guerra.
Capa definì quelle immagini come “leggermente fuori fuoco”, queste parole daranno poi il titolo ad uno dei suoi più importanti libri fotografici.


Ogni aggiunta, critica o correzione è ben accetta Wink

-La fonte dalla quale ho attinto é "Magnum-la scelta della foto"-

_________________


Non bisognerebbe mai dimenticare che tra il dire e il fare c'è di mezzo "e il"

.
Marco Bracci

Collaboratore
Inviato:
Ven Nov 29, 2013 2:31 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Una segnalazione molto interessante, dal racconto affascinante!!!

_________________
I sogni sono l'ossigeno della vita.
Basta ricominciare a sognare e di colpo tutto cambia...


http://www.flickr.com/photos/marcobracci/sets/

sandrino

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Nov 29, 2013 2:46 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Spunto molto interessante.
Lascia capire come il momento ed il contenuto di uno scatto passa alla storia molto più della tecnica con cui è realizzato.
Almeno in questo ambito.

Grazie mille come al solito Winston!

_________________
La sabbia è oro, per chi non sa'....
www.alessandroinches.com
also on https://www.facebook.com/Sandrinophoto?fref=ts

Mostra prima i messaggi di:  

Pagina 1 di 1
Home delmutolo.com Profilo Preferiti Chi è on line Nuovi Inserimenti Log in Messaggi privati

Record utenti in linea 442 in data Ven Mag 13, 2011 6:29 pm Gruppi
forum fotografia photoshop