REGISTER - REGISTRATI
Nuovi Inserimenti Messaggi privati

Forum ~ TEMI FOTOGRAFICI ~ Quanto e come può esprimersi un "fotografo"

Aggiungi questa foto ai preferiti
Monica V.

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 06, 2013 3:20 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Riprendo il discorso iniziato da me su un commento fatto ad una foto, qui vi metto una piccola parte del mio commento a riguardo.

Vedo alcune foto bellissime dove l'estro del "fotografo" viene esaltato, però così facendo non vengono rispettati i canoni delle regole fotografiche, ed è qui che arriva la mia perplessità, fine a che punto il "fotografo" si può esprimere, se deve comunque mantenere le regole dettate dalla fotografia?

Mi farebbe piacere che qualcuno mi spiegasse meglio il concetto, grazie mille.

_________________
Monica

http://www.flickr.com/photos/m_o_n_i_c_a_75/
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Ven Dic 06, 2013 3:28 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
A beneficio di chi legge, potete trovare -> qui la discussione da cui ha preso vita questo interessante topic.

Grazie per l'ottimo spunto, Monica Wink

_________________
Monica V.

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 06, 2013 3:29 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
photoflavio ha scritto:
A beneficio di chi legge, potete trovare -> qui la discussione da cui ha preso vita questo interessante topic.

Grazie per l'ottimo spunto, Monica Wink


Grazie Flavio, stavo per fare copia e incolla......... Wink

_________________
Monica

http://www.flickr.com/photos/m_o_n_i_c_a_75/
sandrino

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 06, 2013 3:34 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Tema molto interessante e credo anche controverso.
Provo a dire la mia.
A mio avviso la quantità di arte e di regole presenti in una foto devono essere commisurate al messaggio della foto stessa.

Mi spiego meglio.

Ragionare su una singola foto è molto più difficile perchè, nonostante siamo abituati a cercare di esprimere un concetto o una sensazione con una sola foto, questa a volte potrebbe non bastare.
Come scrivere una poesia con una sola parola.

Se lo scatto ha un forte valore emozionale e ritrae una sensazione, un momento irripetibile, un'espressione unica, allora le regole passano in secondo piano.
Certo se di quell'ipotetico momento hai più foto, meglio scegliere quella composta a modo.

Se però lo scatto non ha questo elevato valore ed è una semplice scena che però ha colto la nostra attenzione, seguire quelle che non sono neanche regole ma solo una serie di studi su come un'occhio potrebbe leggere una foto, potrebbe aiutarci a renderla più interessante.
Ecco perchè in un ritratto, in una macro, uno still life, dove il contenuto non và oltre la forma, la tecnica deve essere pressochè ineccepibile.

Faccio spesso il paragone con la guida.
Per guidare ci sono delle regole, ora anche gli artisti della guida le devono seguire, solo che a volte sconvolgendole o portandole al limite, possono dare dei begli effetti.
Se non le conosci però non puoi guidare per niente.

_________________
La sabbia è oro, per chi non sa'....
www.alessandroinches.com
also on https://www.facebook.com/Sandrinophoto?fref=ts
Monica V.

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 06, 2013 4:32 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
sandrino ha scritto:
Tema molto interessante e credo anche controverso.
Provo a dire la mia.
A mio avviso la quantità di arte e di regole presenti in una foto devono essere commisurate al messaggio della foto stessa.

Mi spiego meglio.

Ragionare su una singola foto è molto più difficile perchè, nonostante siamo abituati a cercare di esprimere un concetto o una sensazione con una sola foto, questa a volte potrebbe non bastare.
Come scrivere una poesia con una sola parola.

Se lo scatto ha un forte valore emozionale e ritrae una sensazione, un momento irripetibile, un'espressione unica, allora le regole passano in secondo piano.
Certo se di quell'ipotetico momento hai più foto, meglio scegliere quella composta a modo.

Se però lo scatto non ha questo elevato valore ed è una semplice scena che però ha colto la nostra attenzione, seguire quelle che non sono neanche regole ma solo una serie di studi su come un'occhio potrebbe leggere una foto, potrebbe aiutarci a renderla più interessante.
Ecco perchè in un ritratto, in una macro, uno still life, dove il contenuto non và oltre la forma, la tecnica deve essere pressochè ineccepibile.

Faccio spesso il paragone con la guida.
Per guidare ci sono delle regole, ora anche gli artisti della guida le devono seguire, solo che a volte sconvolgendole o portandole al limite, possono dare dei begli effetti.
Se non le conosci però non puoi guidare per niente.


Ciao Sandrino, intanto ti ringrazio per aver espresso la tua opinione.

Ovviamente non mi riferivo alle mie fotografie li non c'è tecnica, la sto ancora imparando se mai imparerò, comunque sono d'accordo con te in gran parte di quello che hai detto, per me una foto può o esprimere qualcosa, una sensazione, un sentimento o può essere solamente bella da vedere, rispettando o non rispettando le regole,

Sono d'accordo anche per il paragone che hai fatto con gli artisti della guida, hanno gli stessi comandi ma solo uno vince e forse è quello che ha quel qualcosa in più pur avendo le stesse modalità di espressione.

Ciao aspetto altri commenti............

_________________
Monica

http://www.flickr.com/photos/m_o_n_i_c_a_75/
Woodie

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 13, 2013 7:40 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
allora?
Nessun altro? Rolling Eyes

_________________
Woodie
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Ven Dic 13, 2013 7:42 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Woodie ha scritto:
allora?
Nessun altro? Rolling Eyes

Tu? Wink

_________________
photoflavio

Moderatore
Inviato:
Ven Dic 13, 2013 9:45 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Io sono sostanzialmente d'accordo con Sandrino (anzi... visto che io sono più anziano, è lui ad essere sostanzialmente d'accordo con me).

Le regole devono essere un aiuto e non un limite, devono correre in soccorso per rafforzare un'immagine rendendola più efficace. Nel momento in cui pongono limiti alla creatività, devono essere messe da parte.

Il problema è proprio questo: quando prenderle in considerazione e quando ignorarle? Alcuni si nascondono dietro alla creatività proponendo immagini che non chiamerei neppure fotografie, al solo scopo di mascherare la più completa inattitudine alle arti fotografiche ed all'immagine... ecco, non è questo il modo di ignorare le regole o infrangerle. Chi le conosce bene invece avrà maturato una cultura tale da capire al volo cosa fare, se e quando applicare le regole, se sfruttarle per migliorare uno scatto o se ignorarle a favore dell'estro di quel momento.

Poi è anche sbagliato il modo in cui noi guardaiamo alle regole. Ve ne sono tante (regole o convenzioni, chiamiamole anche così, derivanti dalla cultura, dal momento storico, dal paese, dalla religione). Regole e convenzioni possono dire cose in apparente contrasto ed in funzione della situazione si dovrà fare in uno o nell'altro modo. Per esempio... per noi occidentali, per il nostro modo di leggere (testi ed immagini), un soggetto dovrebbe svilupparsi da sinistra verso destra. Ma in altre culture o paesi vale la regola contraria.

Volendo sintetizzare direi che:

- Le regole bisogna conoscerle, conoscerle bene. Bisogna conoscerle ed essere abituati ad applicarle.
- Bisogna maturare una confidenza tale che ci venga quasi automatico applicarle, senza ragionarci sopra per interi minui.
- Solo a quel punto ci verrà altrettanto automatico capire quando possiamo farne a meno, lasciando maggiore spazio alla creatività.

Quindi, per rispondere direttamente alla tua domanda

Codice:
 fine a che punto il "fotografo" si può esprimere, se deve comunque mantenere le regole dettate dalla fotografia?

La risposta è che lui non deve assolutamente mantenere le regole dettate dalla fotografia, ma considerare i tre punti che ho espresso poco sopra... conoscenza, confidenza, rottura delle regole.

A voi la parola, grazie per lo spunto di riflessione, Monica Wink

_________________
Monica V.

Utente Assiduo
Inviato:
Ven Dic 13, 2013 10:10 pm

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Grazie a te Flavio per la esaudiente risposta, sono d'accordo con la tua riflessione e spero un giorno di saper infrangere le regole volutamente...........

_________________
Monica

http://www.flickr.com/photos/m_o_n_i_c_a_75/
Woodie

Utente Assiduo
Inviato:
Sab Dic 14, 2013 12:59 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
photoflavio ha scritto:
Woodie ha scritto:
allora?
Nessun altro? Rolling Eyes

Tu? Wink


Smile

Vedi Flavio, per me piu vado avanti nel mio percorso fotografico, più mi rendo conto di non sapere. E' un po strano. E' anche uno stimolo.
Al momento preferisco semplicemente raccogliere idee altrui, con piu o meno esperienza, riservandomi la libertà di reinterpretarle a modo mio Wink

Grazie per il tuo intervento, esaustivo come sempre.

_________________
Woodie
fusion

Utente Assiduo
Inviato:
Sab Dic 14, 2013 8:39 am

Profilo Send private message - Invia messaggio privato
Rispondi citando
Direi che in linea di massima concordo con Sandrino e Flavio,a mio parere le regole devono servire per poter sapere quando infrangerle.Poi è ovvio che dipende da soggetto a soggetto.Un panorama se non è ben composto risulta poco godibile,un ritratto o una macro con maf sbagliata è da rifare,uno scatto architettonico se non ha delle geometrie ben composte può risultare errato.Diverso è il discorso per altri settori,conceptual e street in particolare,in quel caso molto spesso le regole vengono infrante,ma quelle stesse regole se sono ben conosciute possono aiutare molto nel risultato finale

Flavio dice: Alcuni si nascondono dietro alla creatività proponendo immagini che non chiamerei neppure fotografie, al solo scopo di mascherare la più completa inattitudine alle arti fotografiche ed all'immagine... ecco, non è questo il modo di ignorare le regole o infrangerle.

Qui concordo in pieno

giuseppe

_________________
la fotografia è un'arte,forse,ma sopratutto è sentimento

Mostra prima i messaggi di:  

Pagina 1 di 1
Home delmutolo.com Profilo Preferiti Chi è on line Nuovi Inserimenti Log in Messaggi privati

Record utenti in linea 442 in data Ven Mag 13, 2011 6:29 pm Gruppi
forum fotografia photoshop